Street Food

L'impatto economico del turismo enogastronomico

Stimare l'impatto economico del turismo enogastronomico è, nella migliore delle ipotesi, molto difficile.

Per prima cosa, dovremmo trovare quanti viaggiatori ci sono in un'area. Quindi avremmo bisogno di intervistarli per scoprire quanto spendono in cibo e bevande durante il viaggio. Potremmo scavare più a fondo e chiedere loro quale percentuale delle loro spese è per il sostentamento rispetto a un'esperienza unica di cibo o bevande. Dovremmo anche escludere le spese dei locali. E come spiegheresti la spesa di un visitatore in articoli di souvenir gourmet in un negozio di alimentari? Come puoi vedere, il compito è molto difficile e il costo per capire esattamente quanto spendono i viaggiatori in esperienze di cibo e bevande può superare i risultati.

Abbiamo un modo migliore. Negli anni, attraverso le nostre ricerche, ricerche secondarie, interviste e conversazioni, abbiamo costruito la nostra impressione sul valore del turismo enogastronomico. Secondo la nostra stima, i visitatori spendono circa il 25% del budget di viaggio in cibo e bevande. La cifra può arrivare fino al 35% nelle destinazioni costose e fino al 15% nelle destinazioni più convenienti. I buongustai confermati spendono anche un po 'di più rispetto alla media del 25% speso dai viaggiatori in generale.

Si prega di condurre più ricerche basate sull'evidenza se si richiede una precisione assoluta. Siamo fiduciosi che il tuo risultato molto probabilmente rientrerà in questo intervallo. Forse una domanda migliore da porsi sarebbe: vale il costo aggiuntivo di fare la tua ricerca personalizzata per apprendere che la tua cifra varia solo del 2.3% dalla stima fornita dalla World Food Travel Association? Potresti trovare cose migliori per spendere i tuoi soldi.

La maggior parte dei governi pubblica i dati sugli arrivi e le spese totali dei visitatori. Prendi l'impatto economico stimato dei visitatori della tua zona e moltiplicalo per il 25%. Questo è il tuo impatto economico stimato delle spese nel settore alimentare e delle bevande.

Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest