Il nuovo turismo enogastronomico nel 2020

Le 10 migliori previsioni per il "Nuovo turismo enogastronomico nel 2020"

Quest'anno, il 2020, porterà cambiamenti alla nostra industria del turismo enogastronomico. Tratto in parte dal nostro ultimo rapporto di ricerca di mercato, il 2020 Food Travel Monitore osservando i cambiamenti nel nostro settore causati da COVID, abbiamo formulato un elenco di dieci previsioni che puoi aspettarti di vedere nel settore del turismo culinario. E buone notizie: la maggior parte delle nostre previsioni sono abbastanza positive!

  1. Il nostro amore per il buon cibo e le bevande non cambierà.
  2. Aspettati di vedere un maggiore rispetto e interesse per le culture culinarie locali e la sostenibilità.
  3. Vi sono ancora forti opportunità di sviluppo e diversificazione nei prodotti e nelle esperienze delle bevande.
  4. La salute e la sicurezza saranno la massima preoccupazione, il che creerà nuove opportunità.
  5. Aspettatevi di vedere una nuova attenzione dedicata allo sviluppo di prodotti "contactless" e anche nuove esperienze culinarie per i viaggiatori diversamente abili.
  6. Le aziende più piccole possono guadagnare quote di mercato da leader che non riescono a innovare in questo momento.
  7. Sfortunatamente molte aziende più deboli falliranno, mentre quelle forti diventeranno più forti.
  8. Le aziende "più deboli" potrebbero anche avere successo facendo perno su un nuovo modello di business.
  9. Le esperienze che richiedono più reddito (ad esempio gourmet e lusso) vedranno probabilmente una partecipazione ridotta o una crescita più lenta.
  10. Aspettati di vedere i giovani ritardare l'adozione di nuove esperienze di cibo e bevande.
Queste previsioni sono state discusse in modo approfondito nella sessione di apertura del FoodTreX Online Food Travel Summit 2020.
Per saperne di più su come la World Food Travel Association può aiutare la tua destinazione o azienda a sfruttare il potere del cibo e delle bevande nel turismo verso il successo futuro, per favore Mandaci un email.
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest